Anglicismi

Anglicismi sui social network: in quanti hanno almeno un profilo?…. Praticamente tutti!
Tra giovani ed adulti sono sempre più le persone che interagiscono e comunicano sui social. Le interazioni tra chat, post e story si sviluppano tra slang, emoticon e anglicismi.
Proprio quest’ultimi sono sempre più utilizzati. Il tutto perché la loro struttura grammaticale ed il loro significato attribuiscono alle conversazioni qualità rendendole più snella e accattivante. “Postare” su Facebook o “Taggare” una persona sono tutti anglicismi che utilizziamo oramai quotidianamente forse senza nemmeno rendercene conto.

Cosa sono gli anglicismi?

Trattiamo di una parola inglese entrata nel vocabolario di altre lingue come quella italiana. In alcuni casi, come per mouse, senza subire modificazioni o in altri traducendone letteralmente il significato (grattacielo per ‘skyscraper’). Da definizione del dizionario Treccani è una parola o una locuzione inglese importata in un’altra lingua. Nel dettaglio un anglicismo può essere usato nella sua forma originale oppure nella sua versione adattata foneticamente. La lingua italiana ha oramai assorbito numerose parole rientrati in questa categoria. In alcuni casi gli anglicismi hanno sostituito definitivamente alcuni termini italiani come Blue jeans, weekend o roast beef.

Anglicismi: la loro influenza nelle conversazioni

Gli anglicismi utilizzati sui social network hanno influenzato le conversazioni in lingua inglese di tutti i giorni. Grazie alla loro efficacia e alla possibilità di esprimere un concetto utilizzando una singola parola. Difatti, sono sempre più i parlanti in lingua inglese ad utilizzare all’interno delle loro conversazioni gli anglicismi senza nemmeno rendersene conto. Può sembrare banale e scontato, ma diresti mai ad un amico “facciamo una breve conversazione in rete?” quando ti basta dire “chattiamo?”.
Un altro esempio di influenza degli anglicismi sulle conversazioni di tutti i giorni può essere il famosissimo motore di ricerca “Google”. Se vogliamo invitare qualcuno a cercare informazioni sul web utilizziamo il verbo “Googlare”. Anche questo è un anglicismo. Gli stessi acronimi rientrano nella categoria di anglicismi. Ad esempio, LOL (laugh out loud), OMG (Oh my God), ASAP (as soon as possible).

Vuoi scoprire il tuo livello di inglese?

Puoi eseguire gratuitamente il nostro test!

VAI AL TEST