L’ inglese è una lingua femminista

L’ inglese è una lingua femminista. Questa affermazione a molti potrebbe risultare falsa se non addirittura folle, ma dietro a tale asserzione ci sono delle motivazioni storiche che non tutti conoscono.

Un aspetto che caratterizza la lingua inglese e la rende più semplice rispetto ad altre lingue come l’italiano, lo spagnolo, il tedesco, etc., riguarda il genere dei sostantivi: maschile e femminile. Com’è noto, anche in inglese esistono i generi, tanto che per distinguere l’uno dall’altro si utilizzano rispettivamente i pronomi “he” per il maschile e “she” per il femminile, ma questo avviene esclusivamente quando ci si riferisce a persone. Per tutto il resto, compresi gli animali, il genere è neutro ed è espresso con il pronome “it”. Nonostante questa apparente semplicità, inglesi madrelingua e stranieri riscontrano difficoltà nel corretto utilizzo dei diversi pronomi.

L’ inglese è una lingua femminista: motivazioni storiche

Per poter chiarire i cambiamenti subiti dalla lingua inglese, è bene tornare indietro a metà degli anni ’60 durante il periodo della rivoluzione femminista. Il movimento giudicò l’inglese come una lingua che non solo non rispecchiava l’uguaglianza tra i generi, ma la considerò causa di tale disparità.

In particolare si lamentarono della consuetudine, diffusa anche in altre lingue, di utilizzare automaticamente i pronomi maschili nelle frasi in cui il genere non rappresentava un elemento fondamentale nel contesto. Inoltre, alcuni sostantivi che originariamente prevedevano il genere maschile, come “fireman” o “spokenman”, furono deliberatamente modificati al genere neutro: così “fireman” divenne “firefighter” e “spokenman” fu cambiato in “spokenperson”. Ancora, si ribellarono all’abitudine di usare il maschile per far riferimento ai ruoli professionali, esattamente come accade in linea di massima in italiano.

Il contributo che tra gli anni ’60 e ’80 diede il movimento femminista alla questione posta in evidenza relativa alla disparità dei sessi evidente nell’inglese fu di grande impatto. Il femminismo combatté contro l’invisibilità delle donne anche da un punto di vista linguistico, per questo motivo è possibile affermare che l’ inglese è una lingua femminista.

Vuoi scoprire il tuo livello di inglese?

Puoi eseguire gratuitamente il nostro test!

VAI AL TEST